IUC (TASI)

11/05/2017

IUC (TASI)
TASI 2017
Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del 22.02.2017 sono state CONFERMATE, le aliquote IMU e TASI già in vigore per l’anno 2016 e confermate le novità introdotte dal 1° gennaio 2016:
  • Non è dovuta la TASI né per i possessori né per gli occupanti/inquilini, quando l’immobile è abitazione principale; rimane invece in vigore la TASI  per le abitazioni principali di lusso (Categoria Catastale A1, A8 e A9) e per i possessori di abitazioni locate adibite ad abitazione principale;
  • È confermata la disciplina per le unità immobiliari concesse in comodato;
  • Non è dovuta l’IMU per i terreni agricoli;
PERTANTO L’UTENTE CHE NON HA VARIATO LA PROPRIA POSIZIONE, POTRÀ COMPILARE IL MODELLO F24 CON GLI STESSI DATI E LO STESSO IMPORTO DELL’ANNO 2016.
 
                         TASI – TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI COMUNALI
  • impositivo è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati, a qualsiasi uso adibiti, ad esclusione delle aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali imponibili, non operative e le aree condominiali di cui all’art. 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva.
Il gettito derivante dall’applicazione della TASI è destinato alla copertura dei costi riferiti ai servizi indivisibili, per servizi indivisibili s’intendono i servizi , prestazione, attività e opere forniti dal Comune a favore della collettività, non coperte da alcun tributo o tariffa, le cui utilità ricadono omogeneamente sull’intera collettività del Comune. I servizi indivisibili sono così individuati:
Rimozione neve dall’abitato, Illuminazione Pubblica, Manutenzione strade, verde, cimitero, Manutenzione ordinaria patrimonio, ecc…
Per abitazione principale ai fini TASI valgono le medesime regole dell’IMU.
La TASI quindi si paga solo:
  • sull’abitazione principale solo CAT. A/1 – A/8 – A/9 e le sue pertinenze;
  • sulle abitazioni e le relative pertinenze locate adibite ad abitazione principale con rendita superiore a € 200,00, dovuta dal possessore per la quota del 70%
 La TASI non si paga su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza dell’abitazione principale).
 
                                           CALCOLO IMU - TASI

L’IMU E LA TASI sono dovute proporzionalmente alle quote ed ai mesi di possesso dell’immobile e si ottengono moltiplicando la base imponibile per l’aliquota relativa alla propria condizione soggettiva.
 
Base imponibile = RENDITA CATASTALE (R.C.) rivalutata del 5% X MOLTIPLICATORE specifico
 
                                 TIPO IMMOBILE   CATEGORIA CATASTALE    CALCOLO BASE         IMPONIBILE
ABITAZIONI E CANTINE, SOFFITTE, GARAGE, POSTI AUTO, TETTOIE CHIUSE O APERTE ECT…. DA  A/1 a A/9; C/2; C/6 e C/7 R.C. X 1.05 X 160
UFFICI E STUDI PRIVATI A/10 R.C. X 1.05 X 80
NEGOZI, BAR, BOTTEGHE C/1 R.C. X 1.05 X 55
LABORATORI PER ARTI O MESTIERI, PALESTRA ECC. C/3; C/4; C/5; R.C. X 1.05 X 140
CAPANNONI INDUSTRIALI, CENTRI COMMERCIALI, ALBERGHI, TEATRI ECC.. compresi i FABBRICATI RURALI STRUMENTALI DA D/1 A D/10 (ESCLUSI D/5) R.C. X 1.05 X 65
ISTITUTI DI CREDITO, CAMBIO E ASSICURAZIONE D/5 R.C. X 1.05 X 80
 
TASI E IMU = BASE IMPONIBILE X ALIQUOTA X MESI DI POSSESSO X % DI POSSESSO
 
In caso di più possessori, ciascuno determina e versa l’imposta in base alla propria quota di possesso ed applica l’aliquota relativa alla propria condizione soggettiva.
 
             TIPO IMMOBILE    CATEGORIA CATASTALE       QUALE IMPOSTA E’ DOVUTA E DA CHI
            QUALE ALIQUOTA APPLICARE
                  IMU              TASI
      ABITAZIONE PRINCIPALE
 
             A1-A8-A9
 
               SI  
   ALIQUOTA 4,60‰    DETRAZIONE € 200.00
                SI
    ALIQUOTA 2,20‰
 ABITAZIONE PRINCIPALE
 PER LE RESTANTI CATEGORIE E  PERTINENZE
   DA A2 A A7, A11 E
  PERTINENZE C2, C6 E C7
                NO                 NO
 COMODATO
(L.28/12/2015 n.208–CIRCOLARE
1/DF DEL 17/02/2016)
 A1-A8-A9
 DA A2 A A7, A11 E
 PERTINENZE C2, C6 E C7
     RIDUZIONE 50%
       DELLA BASE
      IMPONIBILE
              NO
  IMMOBILI LOCATI AD USO  
  ABITAZIONE PRINCIPALE DAL
  LOCATARIO
  A1-A8-A9
  DA A2 A A7, A11 E
  PERTINENZE C2, C6 E C7
  SI
ALIQUOTA 8,00‰
               SI
 ALIQUOTA 2,20‰
 SOLO 70% A CARICO  PROPRIETARIO
 ABITAZIONI  NON LOCATE   A1-A8-A9
  DA A2 A A7, A11 E
  PERTINENZE C2, C6 E C7
                 SI
    ALIQUOTA 10,60‰
 
                NO
  AREE EDIFICABILI
 (LA BASE IMPONIBILE E’ IL  VALORE VENALE IN COMUNE  COMMERCIO. LA TABELLA DEI  VALORI DELLE AREE  EDIFICABILI E’ DISPONIBILE  PRESSO L’UFFICIO)
                   SI
     ALIQUOTA 10,60‰
                  NO
  TERRENI AGRICOLI    
                NO
 
                  NO
 
                                         VERSAMENTO IMU – TASI
 
Il versamento va eseguito tramite modello F24 pagabile presso qualsiasi banca , ufficio postale o via telematica
 
                                  CODICI TRIBUTO per modello F24
 
 Codice Catastale Comune di Azzate: A531
 TRIBUTO  CODICE  DESCRIZIONE
 
 
 
IMU (quota di competenza del Comune)
3912 IMU – abitazione principale e pertinenze
3918 IMU – altri fabbricati
3916 IMU – aree edificabili
3930 IMU – immobili ad uso produttivo categoria D
 
IMU (quota competenza dello Stato)
 
 
3925
 
IMU – immobili ad uso produttivo categoria D
 
TASI (quota di competenza del Comune)
3958 TASI – abitazione principale e pertinenze
3961 TASI – altri fabbricati