Rilascio carta d’identità

DESCRIZIONE IN BREVE DEL PROCEDIMENTO: la carta di identità è il documento che attesta l’identità della persona. E’ rilasciata ai cittadini residenti indipendentemente dall’età. Gli iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero) possono, oltre a recarsi personalmente all’Ufficio Anagrafe del comune di iscrizione, richiedere la carta d’identità al Consolato italiano di pertinenza.
La carta d’identità, che scade in occasione del compimento del proprio compleanno, ha una validità di 10 anni dalla data di rilascio per i cittadini maggiorenni, per i minorenni la sua validità varia a seconda dell’età del minore:
- se rilasciata ai minori di 3 anni vale 3 anni.
- se rilasciata ai minori tra i 3 e i 18 anni vale 5 anni.
Il rinnovo può essere richiesto 180 giorni prima della scadenza.
Per i soli cittadini italiani la carta d’identità è anche documento valido per l’espatrio negli Stati membri dell’Unione Europea e in quelli in cui sono vigenti particolari accordi internazionali.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Testo Unico Leggi di P.S. approvato con R.D. n. 773/1931 e successive modificazioni. D.P.R. n. 1185/1967 e successive modificazioni.
UFFICIO COMPETENTE: Ufficio Amministrativo.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ballerio Lorenza.
AVVIO DEL PROCEDIMENTO: è’ un procedimento ad istanza di parte.
DOCUMENTI NECESSARI: N. 3 fotografie formato tessera uguali, recenti e senza copricapo; carta d’identità scaduta o in scadenza; in caso di smarrimento o furto del precedente documento un altro documento di riconoscimento in corso di validità e apposita denuncia sporta alle competenti autorità di pubblica sicurezza (Carabinieri, Polizia di Stato, ecc…); per il cittadino straniero anche carta o permesso di soggiorno in corso di validità rilasciato dalla Questura competente ovvero per i cittadini comunitari l’attestazione di soggiorno rilasciata dall’ufficio anagrafe.
Costo da sostenere:
€ 5,42= per diritto fisso e diritti di segreteria. Solo in caso di smarrimento si applica un doppio tributo e pertanto il costo per il rilascio è di € 10,84. 
TERMINI CONCLUSIONE PROCEDIMENTO: 3 giorni. Nel caso di rilascio a persona dimorante è necessario aggiungere i tempi necessari per acquisire la conferma delle generalità e il nulla osta al rilascio del documento da parte del comune di residenza (indicativamente ulteriori 3 giorni).
MODULISTICA DISPONIBILE: non è necessario compilare alcun modulo: al momento della presentazione dell’istanza si appone la firma sul nuovo documento e si esprime l’assenso all’espatrio.
ITER DEL PROCEDIMENTO (DESCRIZIONE DETTAGLIATA): per ottenere il rilascio della carta d’identità occorre presentarsi di persona con i seguenti documenti:
- n. 3 fotografie formato tessera uguali, recenti e senza copricapo;
- carta d’identità scaduta o in scadenza (se posseduta);
- un documento di riconoscimento in corso di validità in caso di smarrimento o furto del precedente documento;
- eventuale denuncia di furto/smarrimento della carta d’identità;
- per il cittadino straniero anche carta o permesso di soggiorno in corso di validità rilasciato dalla Questura competente ovvero per i cittadini comunitari l’attestazione di soggiorno rilasciata dall’ufficio anagrafe.
Nel caso in cui il richiedente abbia figli minori: – se convivente con l’altro genitore autocertificherà l’assenso all’espatrio; – se non convivente con l’altro genitore dovrà produrre l’assenso all’espatrio;
- se è separato o divorziato, è sufficiente copia della sentenza da cui risulti esplicitato il reciproco assenso all’espatrio. L’assenso non è necessario se il richiedente è vedovo o è titolare esclusivo di potestà sul figlio.
Il cittadino minorenne per ottenere il rilascio della carta d’identità valida per l’espatrio deve essere accompagnato da entrambi i genitori che procedono al riconoscimento e firmano l’atto di assenso per l’espatrio. Dai 12 anni il minore dovrà essere presente. I minori di 14 anni che si recano all’estero non accompagnati da uno dei genitori o da chi ne fa le veci, devono essere muniti di una dichiarazione di assenso che riporti il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto cui il minore è affidato. Per fare ciò, la persona si dovrà recare alla Questura competente insieme ai genitori, per la validazione dell’assenso.
La carta d’identità può essere rilasciata anche alle persone temporaneamente dimoranti (art. 3 testo Unico Leggi P.S. 773/1931) solo in caso di provata necessità, previo nulla-osta del comune di effettiva residenza.
Nel caso in cui il richiedente sia cittadino straniero, il rilascio della carta d’identità, NON VALIDA ALL’ESPATRIO, sarà subordinato alla preventiva esibizione di un documento d’identità e di un titolo valido di soggiorno (permesso di soggiorno o attestato regolarità). 
La variazione dell’indirizzo non costituisce il presupposto per emettere una nuova carta d’identità perché considerato dato accessorio, insieme alla professione e allo stato civile (questi ultimi due possono anche essere omessi). Il documento infatti ha come fine il riconoscimento della persona, quindi gli eventuali cambi di residenza non ne pregiudicano la validità.
A partire dal 26 giugno 2008, per effetto dell’art. 31 del D.L. 25/06/2008 n. 112, la validità del documento è prorogabile di ulteriori cinque anni per le carte d’identità rilasciate dal 26 giugno 2003. L’Ufficio Anagrafe prorogherà la validità del documento mediante l’apposizione di un timbro sul retro che indicherà la nuova scadenzaAlcuni Paesi non accettano la convalida della proroga della validità: Egitto, Turchia, Tunisia, Croazia, Macedonia, Romania, Bulgaria, Svizzera, Gran Bretagna e Repubblica Ceca. In questo caso la carta d’identità dovrà essere rifatta ex-novo oppure dovrà essere esibito il passaporto.